0583 587484
Ignora collegamenti di navigazioneHomepage Materna La Famiglia

La Famiglia

Noi dobbiamo essere una scuola che è fisicamente attaccata al suolo ma, come

immagine, deve essere una nave che va.

Il che vuol dire che i genitori saranno sempre imbarcati con noi per vedere paesaggi

diversi, trasformazioni, fenomeni, ecc. quello che si vede quando si seguono i bambini.

Devono avere l’idea di una scuola in movimento perché si muovono i bambini,

si muove la socialità, la lingua dei bambini.”

(Loris Malaguzzi)



Il rapporto e la comunicazione con le famiglie sono un aspetto cruciale e delicato della vita e dell’organizzazione della scuola dell’infanzia.

La Scuola “il Cucciolo” rappresenta un’importante risorsa tanto per i bambini e gli educatori quanto per i genitori, anch’essi coinvolti nello svolgersi della vita quotidiana del servizio, seppure per un tempo più limitato. La scuola si pone come luogo di dialogo, di approfondimento culturale e di reciproca formazione tra genitori e maestre per affrontare insieme questi temi e proporre ai bambini un modello di ascolto e di rispetto, per convenire come aiutare ciascun bambino a trovare risposta alle grandi domande in coerenza con le scelte della sua famiglia e al tempo stesso riconoscendo, spiegando e mostrando rispetto per scelte diverse. Le educatrici si confrontano con le famiglie per condividere le regole che consentono di realizzare le finalità educative e propone ai bambini prime forme di dialogo sulle domande che essi pongono, sugli eventi della vita quotidiana, sulle regole del vivere insieme.


Ma in che modo la scuola dell’infanzia può coinvolgere la famiglia?

Attraverso specifici momenti e determinati strumenti la vita dei bambini al Cucciolo prevede la partecipazione attiva delle famiglie: documentiamo, raccogliamo e selezioniamo i materiali significativi elaborati dai bambini per costruire una memoria collettiva ed individuale da condividere con le famiglie.


Nello specifico i materiali che il Cucciolo ha scelto per raccontare la vita dei bambini al nido sono i seguenti:


- I diari settimanali: indicano le attività e i momenti salienti della giornata. I diari si trovano all’ingresso e sono liberamente consultabili dalle famiglie che desiderano conoscere e vivere le esperienze dei bambini.


- Le griglie giornaliere: per ciascun bambino vengono annotate quotidianamente sulle griglie poste all’ingresso le notizie relative al pranzo, al cambio e al riposo.


- La documentazione fotografica: le foto dei bambini impegnati nelle routine, nei giochi e nelle attività sono collocate all’interno della struttura, le foto raccolte dei vari incontri con le famiglie, quali feste, gite, spettacoli sono liberamente consultabili.


- L’album personale del bambino: alcune delle attività svolte, dei lavori che hanno impegnato i bambini durante l’anno, delle favole che hanno ascoltato ed imparato e diverse foto vengono raccolte in un album che verrà consegnato alle famiglie a fine anno.


- I verbali delle riunioni con le famiglie: per ciascun incontro viene redatto un verbale e, su richiesta, messo a disposizione delle famiglie.


Inoltre il genitore può in qualunque momento richiedere un colloquio individuale con gli educatori, così da poter parlare in maniera più approfondita del proprio bambino in una situazione accogliente e rilassata.


L’instaurarsi di un rapporto di circolarità reciproca tra scuola materna e famiglia è alla base del benessere e della crescita individuale di tutte le figure coinvolte, a partire dal bambino per arrivare al genitore, passando per l’educatore. E’ importante, dunque, che i familiari (la vita della scuola spesso coinvolge anche altre figure, come nonni e babysitter) non siano soltanto coloro i quali “affidano” il bambino al servizio educativo, ma siano aiutati e sostenuti in un percorso di attiva partecipazione alla quotidianità di quest’ultimo.

Richiesta Info

Scuola di interesse
v
Invia